Dopo decenni di trasmissione orale, le musiche tradizionali di Alberobello sono state scritte!

Dopo decenni di trasmissione orale e qualche tentativo di scrittura musicale, i canti e i balli di Alberobello vedono la forma scritta.

Qualche anno fa, andando alla ricerca di canti tradizionali di Alberobello, mi rivolsi al Presidente del Gruppo Folk “Città dei Trulli”, Nino Agostino, chiedendo di poter visionare qualche spartito. Egli non aveva che qualche minuta, peraltro anche piuttosto imprecisa e non rispondente alla registrazione di quei canti fatta su CD proprio dallo stesso gruppo folk. Mi offrii di mettere su carta tutte le musiche tramandate a memoria. Nino Agostino mostrò subito grande entusiasmo per la mia proposta e prontamente si mise alla ricerca di sponsor e sostenitori della nostra impresa: realizzare un canzoniere più completo di quello già edito in passato, che contenesse tutti i testi dialettali riveduti e corretti nonché tutte le musiche, i balli e i canti.
Ed ecco che a novembre 2016 il Canzoniere ha visto la luce. Il lavoro che l’ha preceduto è stato lungo, ma alquanto piacevole, sia perché mi ha dato l’opportunità di collaborare con Nino Agostino, persona squisita e simpaticissima, sia per il piacere e l’orgoglio di poter lasciare alle future generazioni una quantità di musiche di alto valore artistico e legate alla storia di Alberobello, città nella quale vivo dal 2001.
Alcuni testi musicali sono riportati in una versione sintetica, per ovvi motivi di spazio. Ci si augura che in futuro questi canti possano essere pubblicati nella loro interezza, per poterne meglio apprezzare la ricchezza di contenuto e l’originalità.
Il Canzoniere è impreziosito da immagini storiche del Gruppo Folk, alcune delle quali dello Studio Fotografico Giannini, come quelle in alto a sinistra e in basso a destra di pag. 5, la pagina che mi descrive.

Grazie, Gianvito Giannini. Sei stato capace di cogliere nel tempo di uno scatto le passioni di una vita: quella per la Musica e quella per la Verità storica. Grazie al tuo contributo fotografico, chi avrà tra le mani il Canzoniere potrà ricordare o conoscere il mio volto.
Grazie a te, Nino Agostino: sei la prima persona che, in questa che non è la mia città natale, mi abbia fatto sentire veramente “a casa”. Mi hai dato la gioia di poter associare il mio nome al paese di Alberobello, al tuo e al Gruppo Folk “Città dei Trulli” che con passione guidi da molti anni.
Mafalda Baccaro
 

La mia tesi presentata all'Unitelma-Sapienza è stata pubblicata!

L'Organo a canne: la Grande Macchina Celeste

L'Organo a canne: la Grande Macchina Celeste
BACCARO-Tesi-Laurea-II-livello-ORGANO.pdf

Pubblico nel mio sito la mia tesi conclusiva degli studi per il conseguimento degli studi del Diploma Accademico di II livello in Organo, curriculum solistico, conseguita presso il Conservatorio di Monopoli (Ba).
Avrei piacere di essere contattata da chi dovesse citarmi in successivi elaborati. Si può utilizzare il modulo di contatto nell'ultima pagina del sito.
Ringrazio chi ha già letto la mia tesi per gli apprezzamenti finora ricevuti e spero di fare cosa gradita agli appassionati di musica per organo.


         Mafalda Baccaro

Mafalda Baccaro autrice di un saggio del libro dedicato al Cav. Oronzo Lenti, "possidente agricolo, amministratore comunale, uomo di cultura”.

Mafalda Baccaro autrice di un saggio del libro ded...
TITOLO ORONZO LENTI
Sottotitolo possidente agricolo, amministratore comunale, uomo di cultura
Curatore Padre Gennaro Antonio Galluccio osb
Edizioni "La Scala", Noci
Anno 2014
Pagine 312
ISBN 978-88-96688-16-8

È stato presentato a Noci, il 16 maggio 2015, il volume sul cav. Oronzo Lenti dal titolo: “Oronzo Lenti - Possidente agricolo, amministratore comunale, uomo di cultura” per le edizioni La Scala. Un volume ricco di particolari e aneddoti su una delle figure più controverse ma anche più illuminate della storia di Noci.
Lenti infatti non era solo un latifondista, ma anche un amministratore e un maestro di musica. Laureato in giurisprudenza all’Università di Napoli, e diplomato al conservatorio sempre nella città partenopea, fu stato sindaco della città di Noci e a Noci dedicò alcune composizioni musicali per pianoforte.
Tra la famiglia Lenti e l’abbazia benedettina “Madonna della Scala” c’è uno stretto legame: sulle colline volte alla città federiciana di Gioia del Colle, la famiglia Lenti possedeva una piccola villa di fronte alla quale sorgeva una chiesetta del XII secolo, restaurata da Oronzo Lenti.
A padre Gennaro Antonio Galluccio osb si deve la descrizione biografica dell’uomo Oronzo Lenti e il suo scambio epistolare col primicerio Don Giuseppe Pinto. La prof.ssa Vittoria Ferrandino descrive l’assetto agrario del sud-est barese a cavallo tra ‘700 e ‘800 ed il ruolo della famiglia Lenti. Il compianto storico locale Giulio Esposito ne traccia il profilo di amministratore della cittadina murgiana: nominato infatti sindaco nel 1882, il cav Oronzo Lenti, ha svolto politica attiva per svariati anni tentandone anche la carriera (mancherà l’elezione al consiglio provinciale per brogli elettorali). Ma Oronzo Lenti fu anche musicista e compositore. La prof.ssa Mafalda Baccàro ne descrive la sua formazione napoletana e l’influenza chopiniana di cui risentono le sue sonate per pianoforte. La professoressa – non solo musicologa, ma anche  pianista, organista e docente di musica - le ha eseguite dal vivo dopo la presentazione del libro. Il concerto pianistico è stato  introdotto dalla visione della prima traccia del DVD contenente le musiche di Oronzo Lenti registrate da Mafalda Baccaro mentre scorrono immagini delle terre di Lenti.  Il DVD è introdotto da un invito all’ascolto di don Donato Ogliari Osb, attualmente abate dell’Abbazia di Montecassino, ma, all’epoca della registrazione del DVD, abate dell’abbazia nocese. Infine l'arch. Piero Intini descrive i luoghi e i simboli della vita del possidente nocese e pone un legame d’indagine tra la Barsento “celtica” di Bertaux e la Scala “romanica” di Lenti.
 

Premio Noci per la storia locale 13° edizione, vince il libro su Oronzo Lenti

Premio Noci per la storia locale  13° edizione, vi...
NOCI (Bari) - Il vincitore della prima sezione della 13^ edizione (2014-2015) del Premio Noci per la storia locale è padre Gennaro Antonio Galluccio, monaco benedettino dell'Abbazia Madonna della Scala con il lavoro “Oronzo Lenti (Noci, 1848-1918): possidente agricolo, amministratore comunale, uomo di cultura”, Edizioni La Scala. (In foto padre G. A. Galluccio durante la presentazione del libro il 16 maggio.


A distanza di un anno la Commissione (formata dal Dr. NISI Domenico, sindaco di Noci; BLASI Domenico (Direttore del Gruppo Umanesimo della Pietra di Martina Franca e direttore responsabile delle pubblicazioni curate dallo stesso gruppo); Dr.ssa CAFORIO Rita (Direttrice della Biblioteca comunale di Latiano (Br) e componente del consiglio direttivo della Società di storia patria per la Puglia (delegata dal Presidente della Società di Storia Patria per la Puglia); Prof. SISTO Pietro (Docente di letteratura italiana presso la Facoltà di lettere e filosofia dell’Università di Bari e direttore del periodico di identità territoriale “Fogli di periferia”); Dr.ssa SIMONETTI Enrica (Giornalista (Capo servizio Spettacoli della redazione Cultura e spettacoli de La Gazzetta del Mezzogiorno) e scrittrice; Segretario: BASILE Giuseppe (Direttore della Biblioteca Comunale di Noci), ha attribuito il premio con la seguente motivazione:
 
“In sette saggi interdisciplinari viene definito un esaustivo profilo umano e professionale del cavaliere Oronzo Lenti, che ha profondamente segnato il quadro amministrativo, sociale ed economico di Noci fra Ottocento e Novecento. Emerge il ritratto di un facoltoso agrario, peraltro appassionato musicista, dotato di una non comune capacità imprenditoriale, tale da assecondare e migliorare le secolari potenzialità delle aziende agro-silvo- pastorali della sua famiglia, contribuendo a qualificare la Murgia dei suoi tempi come polo trainante dell‟economia delle antiche province di Terra di Bari e di Terra d'Otranto.
Il lavoro ha solide basi bibliografiche, un buon apparato iconografico d‟archivio e un inedito epistolario, che forniscono utili spunti d‟approfondimento per comprendere gli aspetti fondamentali dell‟identità comunitaria di Noci e dei centri limitrofi. È evidenziata nell‟opera, poi, la profonda interrelazione fra l‟impegno professionale e l‟esperienza amministrativa di Oronzo Lenti, che ricoprì la carica di sindaco in periodo difficile della storia di Noci, segnato dalle profonde tensioni della compagine sociale, sconvolto dagli sviluppi della secolare e irrisolta questione demaniale, che contrappose, spesso violentemente, il potente ceto degli agrari alla gran massa dei contadini poveri”.
 

Il canto gregoriano: il "bello e sublime" che attrae i giovani

Relazione di Mafalda Baccaro, dopo il concerto del coro di voci bianche "In Aeternum Alleluia" da lei diretto nel corso della serata musicale intitolata: "Chi canta bene prega due volte", organizzata da Europa Benedettina e dall'Abbazia Santa Scolastica di Bari.
 
12792328_427635197432573_3994400005654240979_o.jpg

Su ISSUU potrai trovare...

Su ISSUU potrai trovare...
Clicca sul link: http://issuu.com/mafaldabaccaro/docs/pubblicazione_canto_gregoriano_con_
Vi troverai un compendio sul canto gregoriano da me presentato al Conservatorio di Monopoli e al Politecnico di Milano. Tutti i diritti sono riservati.

Il canto sacro nella musica di Nino Rota

Copertina del libro "Il canto sacro nella musica di Nino Rota"

Copertina del libro "Il canto sacro nella musica d...

Frontespizio del libro "Il canto sacro nella musica di "Nino Rota"

Frontespizio del libro "Il canto sacro nella music...

E' uscito a maggio 2011 il libro "Il canto sacro nella Musica di Nino Rota", per le Edizioni La Scala, Noci (con il Patrocinio del Conservatorio "Nino Rota" di Monopoli e del Comune di Noci), mentre si celebra il centenario della nascita del grande Compositore.
Il libro è presentato da Padre Anselmo Susca o.s.b.
La revisione e la trascrizione critica sono state curate da Mafalda Baccaro e da Padre Gregorio Santolla o.s.b.
Insieme al libro, viene presentato anche il CD, contenente tutti i brani, di cui Mafalda Baccaro ha curato anche la registrazione, l'editing, il progetto grafico e la stampa, sempre insieme a Padre Gregorio Santolla. Il concerto e il disco vedono la collaborazione di numerosi artisti, quali la soprano Antonella Tatulli, il basso Angelo de Leonardis, il tenore Vito Cannillo e altri ancora, con la Direzione Artistica di Padre Anselmo Susca.
Si tratta di composizioni inedite risalenti agli anni in cui si organizzavano presso l'abbazia Madonna della Scala dei seminari di canto gregoriano (anni 60) e ora portate finalmente alla luce.

 Lunedì 28 novembre 2011, nel salone del Conservatorio di Monopoli, è stata eseguita la "PRIMA" ASSOLUTA". ALL'ORGANO: MAFALDA BACCARO.

Il libro "Il canto sacro nella musica di Nino Rota" ha il seguente codice ISBN: 9788896688137.

E nostra guida sia la Stravaganza

E nostra guida sia la Stravaganza
Titolo «E nostra guida sia la Stravaganza»
Sottotitolo Giuseppe Corsi da Celano musicista del Seicento
Editore Florestano Edizioni
Formato Libro
Collana Ipotesi di studio, 7
Pagine 290
Pubblicazione 2014
ISBN/EAN 9788895840963


Sono stati pubblicati nel libro: "E nostra guida sia la Stravaganza" (Florestano Edizioni, ISBN/EAN 9788895840963) gli atti della Giornata di Studio che si è svolta il 7 dicembre 2013 a Celano con la partecipazione di studiosi e di musicisti, per celebrare l’opera del grande maestro marsicano Giuseppe Corsi.
Il contenuto del libro ben rispecchia la vita “movimentata” del musicista nato a Celano (nella Marsica), studente a Roma presso i padri gesuiti sotto la guida di Carissimi ed attivo come insigne maestro a Gallese, Città di Castello, Napoli, Roma, Loreto (dove fu ordinato sacerdote), Parma e Ancona.
Accusato dall’Inquisizione per aver «deflorato» una zitella, venne torturato a Roma e recluso per alcuni anni su ordine di papa Innocenzo XI nella rocca dell’Albornoz di Narni. Sulla figura di Corsi trovano qui luce gli atti di una Giornata di Studio che si è svolta il 7 dicembre 2013 a Celano con la partecipazione di studiosi e di musicisti, uniti insieme nel celebrare l’opera del grande maestro marsicano.
L’apporto scientifico si è concentrato:
- su un’ampia ricostruzione bio-bibliografica, che per la prima volta fa luce su molti aspetti oscuri della vita di Corsi e che aggiunge nuovi dati significativi tramite una ricca documentazione (fonti amministrative, scritti su Corsi, lettere, testi di cantate e di oratorî);
- sull’analisi delle due forme preminenti impiegate dal musicista marsicano (cantate e mottetti) grazie ai contributi di Paolo Peretti e di Mafalda Baccaro;
- sul catalogo delle sue opere ampliato, perfezionato e arricchito notevolmente rispetto a quanto si conosceva fino ad oggi attraverso un prezioso lavoro di inventariazione.
 

E nostra guida sia la stravaganza

Copertine CD

Qui puoi vedere le copertine dei CD pubblicati dalle Edizioni La Scala, Noci, di cui ho curato la veste grafica, il remastering, la stampa, insieme a Padre Gregorio Santolla o.s.b.
I CD "Mysterium Nativitatis" e "Mysterium Redemptionis" contengono, tra l'altro, alcune mie interpretazioni organistiche e canti gregoriani eseguiti con il Coro Novum Gaudium, il cui Direttore Artistico è Padre Anselmo Susca o.s.b.


Copertina CD Nino Rota.jpg

 

etichetta cd intera.jpg
etichetta cd intera.jpg
Cinque canti sono stati eseguiti dal Coro "Novum Gaudium" anni 80/90. Sei canti sono stati eseguiti da Mafalda Baccaro, Giovanna Greco, Eleonora Pontrelli e P. Gregorio Santolla, componenti del Coro "Novum Gaudium" 2006/2012.
Copertina CD Redemptionis.jpg

Pubblicazioni in Internet

GUSTAV HOLST: MARS (dalla suite Orchestrale op. 32 "The Planets")
Vai al sito www.confederazioneorganisticaitaliana.it: troverai
- la mia intervista al M° padre Anselmo Susca o.s.b., ex docente di conservatorio e fondatore del Centro Studi di Musicologia Liturgica Novum Gaudium, dell'Abbazia Madonna della Scala, Noci.
- la mia intervista al M° Claudio Brizi, illustre claviorganista e docente di conservatorio.

Segui il Podcast didattico: lettura e sonorizzazione del "Cantico dei Vangeli", di Alda Merini

A breve, in questa pagina, potrai seguire un mio podcast didattico. Giovani allievi di scuola primaria, di scuola secondaria di I grado e docenti leggono ciascuno un capitolo del "Cantico dei Vangeli" di Alda Merini.
Per ora, puoi seguire il link:

http://itunes.apple.com/it/podcast/alda-merini-cantico-dei-vangeli/id519170053?l=en